[Verbale della riunione in data 14 gennaio 2010]

Oggi, 14 gennaio 2010 alle ore 10.30, presso la sede della Cooperativa Sociale “I Germogli” sita in Lambrinia di Ghignolo Pò  (PV), si è riunito il direttivo dell’Associazione Nazionale Tartufai Italiani.

Sono presenti: Germani Riccardo (Liguria) in qualità di Presidente, Davide Malpelli (Emilia Romagna) in qualità di vicepresidente, Giovanna Laguaragnella (Lombardia) in qualità di tesoriere, Walter Del Plato (Emilia Romagna) in qualità di membro del direttivo e Fulvio Griffa (Piemonte)  in qualità di membro del direttivo.

Ordine del giorno: Quota associativa.

Apre la riunione Giovanni Longhi della Cooperativa Sociale  “I Germogli” e socio dell’Associazione Nazionale Tartufai Italiani che dà il benvenuto ai membri dell’associazione.

Prende poi la parola Giovanna Laguaragnella facendo il resoconto delle uscite e delle entrate; la situazione vede l’associazione sostanzialmente in positivo,  considerato che le iscrizioni e i contributi  volontari all’associazione  hanno coperto tutte le uscite fin qui sostenute: spese notarili, rimborsi e gestione del sito.

L’unica spesa ancora viva per il 2010 rimane il costo relativo alla gestione del sito.

Il Presidente Riccardo Germani prende la parola e propone: considerato che l’associazione è senza alcun fine di lucro e considerato altresì che in questo momento tutte le spese di gestione dell’associazione sono state coperte, di fissare per il 2010 la quota associativa a zero euro e di impegnare tutti i soci a dare dei contributi volontari a copertura delle spese del 2010.

A questo punto interviene Davide Malpelli in qualità di vice Presidente il quale è d’accordo con il Presidente ma si preoccupa dell’eventuale afflusso di persone che possono iscriversi con falsi nomi per avere l’accesso, e propone che tutti i soci debbano compilare un apposito modulo di registrazione che richieda tutte le generalità e che vengano poi ricontattati agli indirizzi o recapiti telefonici forniti per verificare e garantire l’autenticità dei dati immessi. Ritiene che tale contromisura possa ritenersi adeguata a garantire la serena attività associativa e a scoraggiare eventuali utenti non seriamente interessati all’associazione.

Fulvio Griffa ritiene importante il lavoro fin qui realizzato dall’associazione e ritiene centrale il lavoro svolto dal nostro sito www.assotartufai.it. Legge anche alcune e-mail arrivate sul sito che si complimentano dell’operato dell’associazione. Ad oggi oltre 54 amici si sono registrati da ogni parte d’Italia e questo è un positivo bilancio, considerando che l’associazione è nata da pochi mesi; inoltre ritiene che con le proposte del direttivo riusciremo non solo a sviluppare l’associazione ma sopratutto a dare uno strumento utile a chi si approccia al mondo del tartufo nello spirito dell’amicizia che contraddistingue la nostra associazione.

Si mette a votazione la proposta del vicepresidente e passa all’unanimità.

Si mette a votazione la proposta del presidente e passa all’unanimità.

Oggi 14 gennaio 2010 il direttivo dell’Associazione Nazionale Tartufai Italiani comunica che per l’anno 2010 l’iscrizione all’Associazione Nazionale Tartufai Italiani sarà gratutita, inoltre decide che per diventare soci bisognerà dare tutte le generalità come obbligatorie e gli aspiranti soci verranno ricontatti telefonicamente ad un numero di telefono fisso e in seguito gli sarà comunicata e spedita tramite corriere postale la propria password e la tessera di socio dell’Associazione Nazionale Tartufai Italiani.

Ore 12.30 termina l’incontro, il Verbale viene letto votato e sottoscritto all’unanimità da tutti i presenti.