Prima di passare a questo nuovo gioco non dimenticate mai che lo straccetto è fondamentale e che di tanto in tanto va riproposto al nostro cane, che nel corso del suo addestramento continuerà a formare il carattere e nella sua natura di dominante nel gruppo oltre che familiarizzare con l’odore del tartufo.

Il gioco che vi propongo è abbastanza semplice e se fatto bene, con passione e pazienza vi darà ottimi risultati dal punto di vista dell’addestramento, per salire questo gradino dell’addestramento dovete procurarvi un contenitore di metallo forato, se non vi viene in mente nulla vi dico io quale, qualsiasi negozio di casalinghi o ferramenta avrà ancora negli scaffali quei contenitori sferici in cui le nostre nonne mettevano le tisane.

Se proprio non volete spendere 3 euro in molti utilizzano gli involucri porta rullini fotografici a cui con un chiodo fare dei buchi, oppure gli ovetti di plastica delle sorprese contenuti nelle merende di uovo di cioccolato sorpresa, noi utilizziamo l’ovetto di metallo da the’ così da insegnare al nostro cucciolo che non possono azzannarlo e romperlo e questo ci permetterà di non far mordere i tartufi al nostro cane nella fase dei ritrovamenti in tartufaia.

A questo punto possiamo cominciare ad usare il nostro contenitore di tartufo, metteteci dentro un piccolo tartufo e inginocchiatevi vicino al vostro cane per farglielo annusare, quindi lanciatelo a un paio di metri da voi dando il comando VAI.

Il cane puo’ andare o non, se non va, avvicinatevi voi al tartufo e gratificate il vostro cane che si avvicinerà, se invece il cane avrà raggiunto il tartufo darete il comando PORTA e quando lui verrà da voi gli date il comando LASCIA o QUI porgendogli una mano aperta in attesa, se lascia lo premierete subito, se non lascia, magari perché vuole ancora giocare e proverà a scappare con il tartufo in bocca, oppure lo lascerà lontano da voi e verrà vicino a voi senza, indirizzate il vostro cane verso il comportamento giusto ovverosia ridando il comando QUA oppure avvicinatevi voi al tartufo e fate in modo che lo riporti e quindi premiatelo.

In generale va detto che quando il cane non ci arriva si puo’ facilitargli la comprensione spezzettando l’apprendimento in piu’ fasi e convogliando i suoi movimenti casuali in qualcosa di significativo (per esempio il cane tiene in bocca l’ovetto, fate in modo che la vostra mano lo prenda e rinforzato subito questo comportamento, in breve tempo capira’ che gli conviene lascere l’ovetto nella vostra mano se vuole riceve un bel premio.

Comunque in www.assotartufai.it trovate una serie di pratici suggerimenti ed esercizi in formato video per dipanare i vostri dubbi e superare le difficoltà che si incontrano lungo il cammino.

<< Un altro gioco con lo straccetto Gioco della cerca del tartufo a vista >>