Regione Puglia: un’altra vittoria dell’Associazione Nazionale Tartufai Italiani.
Con il patto per il tartufo e' stata modificata la Legge Regionale sul Tartufo al suo articolo 10 dopo due anni di battaglia coerene e determinata. Finalmente l'articolo che dava la precedenza ai residenti dei comuni del Parco dell'Alta Murgia e di tutti i parchi pugliesi e' stato cancellato a maggioranza dopo essere stato sollecitato […]

Con il patto per il tartufo e' stata modificata la Legge Regionale sul Tartufo al suo articolo 10 dopo due anni di battaglia coerene e determinata.

Finalmente l'articolo che dava la precedenza ai residenti dei comuni del Parco dell'Alta Murgia e di tutti i parchi pugliesi e' stato cancellato a maggioranza dopo essere stato sollecitato dalla nostra associazione con iniziative legali, manifestazioni ed incontri con i consiglieri regionali .

Adesso la parola all'Ente Parco a cui chiederemo un incontro urgente per ampliare il numero degli accessi e per arrivare alla libera cerca.

Non e' stata facile la strada che abbiamo percorso anzi ' stata piena di ostacoli e di discussioni ma non ci siamo dati per vinti.

In questi anni alcuni ci hanno remato contro e abbiamo anche perso qualche battaglia, ma alla fine abbiamo tenuto salde le fila della nostra associazione e le nostre ragioni hanno prevalso ed abbiamo vinto la guerra.

Ci teniamo a precisare che la nostra battaglia non era contro i residenti che sono nostri amici e della natura ma era per sancire un diritto uguale per tutti.

Un ringraziamento speciale alla nostra associazione nazionale tartufai italiani della Puglia, al direttivo ed a tutti i soci che non hanno perso la voglia di lottare, ogni tanto la lancia di Don Chisciotte qualche mulino a vento lo distrugge.

Appena finira' questo maledetto covid festeggeremo alla nostra maniera a Casamassima ( Bombette, porchetta e primitivo di Manduria) dove ha sede l'associazione.